ASSE INTESTINO CERVELLO E SCLEROSI MULTIPLA………PROSPETTIVE SCIENTIFICHE

ASSE INTESTINO CERVELLO E SCLEROSI MULTIPLA………PROSPETTIVE SCIENTIFICHE

La sclerosi multipla è una malattia cronica e infiammatoria che colpisce il sistema nervoso centrale. Dieta, fattori genetici, fattori ambientali, carenza di vitamina D e disbiosi intestinale possono contribuire all’insorgere della malattia.

I pazienti affetti da sclerosi multipla mostrano una significativa riduzione della biodiversità  batterica intestinale (disbiosi) associata ad infiammazione della mucosa cronica, alterazione della permeabilità intestinale ed iperattivazione immunitaria.

E’ stato dimostrato che i pazienti affetti da sclerosi multipla hanno una abbondanza relativamente bassa di generi bacteroides, parabacteroides, prevotella e lactobacillus (Jangi et al. 2016, Freedman et al. 2017).

Il microbiota potrebbe modulare la risposta immunitaria  nella sclerosi multipla atraverso i suoi prodotti specifici. In questo senso Rumah et al. hanno isolato un ceppo di bacillo di Clostridium Perfrigens di Tipo B da una donna affetta da sclerosi multipla. Utilizzando un modello murino è stato dimostrato che la Protoxina (una proteina secreta da questo ceppo) ha causato la rottura della barriera ematoencefalica, il legame di questa proteina alla mielina e la morte degli oligodeindrociti del sistema nervoso centrale.

 

In questo senso, pazienti affetti da sclerosi multipla mostrano una alterazione significativa dello stato di permeabilità intestinale con conseguente traslocazione di batteri patogeni e di sottoprodotti del loro metbolismo